Come sfruttare il copywriting nel web marketing

Come sfruttare il copywriting nel web marketing

Fare web marketing significa creare le condizioni ideali sul web per vendere i nostri servizi o prodotti. Un comun denominatore di tutte le azioni per raggiungere tale risultato è sicuramente l’abilità di scrivere testi che siano persuasivi, la famosa arte del copywriting. In questo articolo cercheremo di capire come poterlo sfruttare al meglio per ottenere il massimo dalle nostre campagne pubblicitarie e non solo, e quindi vendere di più, magari cambiando una sola parola in un testo.

Maschile o femminile? Dipende dal target!

Quando scriviamo un testo per un servizio o prodotto che abbiamo intenzione di vendere, dovremmo rivolgerci ad un pubblico ben definito di persone di cui sarebbe opportuno conocere i dati demografici, tra cui il sesso ovvero se sono in prevalenza uomini o donne.

Conoscere questo dato è sicuramente molto utile per creare un copywriting ad hoc rispetto il nostro target di destinazione. Solitamente infatti si è abuitati a scrivere al maschile, ed anche le donne in qualità di “essere umano” recepiscono comunque il messaggio, tutto sommato scrivere in maniera specifica può portare risultati sempre migliori.

Faccio un esempio pratico, se dobbiamo scrivere una landing page o un annuncio pubblicitario per un prodotto di bellezza antirughe scrivere: “Diventa più bello e fai invidia a tutti i tuoi amici per la tua pelle giovane” sarà sicuramente molto diverso rispetto a scrivere lo stesso concetto al femminile.

Può sembrare una banalità, me per esperienza posso dirti che capovolgendo semplicemente il soggetto del messaggio da maschile a femminile,  anche i tassi di conversione sono aumentati notevolmente.

Le persone vogliono parlare con le persone

Ancora troppo spesso capita di entrare in siti che, come lo definisco io, parlano e scrivono in “aziendalese”, un testo tipico di queste realtà è simile a questo “…se volete contattare la nostra azienda…” sembra che l’azienda sia una persona fisica ma in realtà questo crea solo del distacco tra il potenziale cliente e l’azienda stessa.

Le persone vogliono parlare con le persone e non con i brand, per questo dare sempre del tu al lettore è la prima regola di un buon copy, evita il lei/voi istituzionale.

Allo stesso tempo mettici la faccia, ad esempio rispetto al breve testo citato prima una valida alternativa potrebbe essere “…se vuoi contattarci il nostro esperto NOME sarà pronto a rispondere a tutte le tue domande…”, il concetto è pressochè invariato ma la percezione è completamente differente.

Impara da “Le armi delle persuasione”

Le armi della persuasione, di Robert Cialdini, è senza dubbio il libro più utile per conoscere quali sono le principali leve per persuadere una persona. Queste tecniche possono essere anche ripotarte nel copywriting, vediamone alcune sicuramente molto utili:

  • Il principio di scarsità. Nei tuoi testi inserisci sempre un elemento che faccia percepire la disponibilità di un prodotto o servizio in maniera limitata, ad esempio “Solo per i primi 10” oppure “Ultimi 2 prodotti disponibili”. Questa è una tecnica utilizzata da molte ecommerce, anche nel settore alberghiero big come ad esempio Booking ne fanno un grande uso, se ti è mai capitato di prenotare sul loro sito, noterai come ti tanto in tanto si focalizzi sulla disponibilità limitata di alcune camere, questo mette l’utente nella condizione di agire più rapidamente.
  • Il principio della reciprocità. Questa leva ci spiega come le persone quando ricevono qualcosa in omaggio senza aspettarselo poi siano disponibili a contraccambiare in qualche modo. Nei tuoi testi puoi quindi inserire dei contenuti omaggio, come ad esempio un video, in questo modo quando poi vorrai proporre all’utente il servizio o prodotto completo, o semplicemente chiedergli un feedback sarà più disponibile ad interagire con te.
  • Il principio della riprova sociale. Questo è senza dubbio una delle leve più forti, in particolar modo sul web dove putroppo le truffe sono all’ordine del giorno. Questo principio dice che la nostra decisione, come comprare o meno un prodotto è influenzata da cosa dicono le persone di quel prodotto. Se a parlarne bene o male sono poi persone di cui ci fidiamo come amici o parenti questo ha ancora più peso. Come già detto molte volte quindi cerca di ottenere dei feedback positivi dai tuoi clienti e mostrali chiaramente nelle tue pagine di vendita.
  • Il principio dell’autorità. Le persone sono “succubi” dell’autorità, se ad esempio vendi un servizio in una nicchia ben specifica cerca di identificare chi è il maggiore esperto a riguardo, l’opinion leader di settore, chiedigli di provare il tuo servizio gratuitamente in cambio di un feedback, in questo modo la riprova sociale di cui prima verrà ulteriormente rafforzata dalla persona che lancia il messaggio.

Questi sono solo alcuni dei pricipi della persuasione che puoi sfruttare nel tuo copy.

Usa testi efficaci per le tue call to action

Sappiamo che la call to action è la destinazione finale di ogni nostro testo proponiamo. In tal senso all’interno della call to action non possiamo scrivere delle parole che siano inefficaci ma dobbiamo, anche in quei pulsanti, andare a lanciare un messaggio valido.

Ad esempio se vendi un corso di cucina, anzichè la classica frase “Iscriviti al corso” suona molto diversamente un qualcosa del tipo “Iscriviti al corso e diventa una cuoca migliore”, oppure “Si, voglio iscrivermi al corso e diventare una cuoca migliore”, in queso caso rafforziamo ancora di più la decisione con quel “Si, voglio…”.

Non cercare di piacere a tutti

Voglio chiudere questa carrellata di consigli, che spero ti siano stati utili, su un punto molto importante ed è quello dello scrivere in maniera mirata e che quindi in un certo qual modo vada a dividere i tuoi clienti o potenziali, da quelli che non lo saranno mai.

Faccio un esempio pratico, se vuoi vendere un prodotto correlato agli iphone X, scrivi esaltando le caratteristiche dell’iphone, osannalo in ogni modo. Così facendo il tuo target ovvero chi ha un iphone X, proverà coerenza e simpatia rispetto alla loro scelta (quella di acquistare un iphone X) mentre tutti gli haters di questo prodotto ti daranno contro, se questo accadrà significa che hai veramente colpito nel segno con il tuo copy.

Evita quindi di scrivere con toni che mettano tutti d’accordo piuttosto cerca invece di creare testi che siano sempre mirati al tuo target, perchè le persone che devono apprezzarti e supportarti sono proprio loro, tutti quelli che non rientrano nei tuoi clienti o potenziali tali non devono interessarti in alcun modo.

Direi che anche per questo articolo è tutto, come sempre per qualsiasi domanda, dubbio o integrazione lascia pure un commento.

2018-01-20T12:29:12+00:00

About the Author:

Specializzato nella SEO e nel search engine marketing, svolgo professionalmente questa attività dal 2008. Ho partecipato dietro le quinte a diversi progetti di successo, vinto SEO contest nazionali e posizionato centinaia di keywords ultra competitive: www.danieledellacorte.com