fbpx

Link building: 3 strategie per banche, finanziarie e mediatori creditizi

Link building: 3 strategie per banche, finanziarie e mediatori creditizi

Se vuoi essere visibile nelle primissime posizioni dei risultati di ricerca di google devi, necessariamente, investire sull’ottimizzazione del tuo sito da un punto di vista seo. In questa ottica la link building è uno degli aspetti fondamentali. Ma attenzione alla strategia che si applicano: il rischio è di fare più danni rispetto a quelli che sono i potenziali benefici.


Noi possiamo vantare un’esperienza plueriennale nel settore della link building applicata al settore finanziario avendo gestito oltre 100 progetti di successo in questo particolare ambito (prestiti, prodotti bancari, mutui, assicurazioni, investimenti finanziari e broker). Attualmente gestiamo uno dei più grandi network in ambito finanziario e abbiamo attivato collaborazioni con oltre 500 portali editoriali ad alto traffico per garantire ai nostri clienti il massimo dei risultati in fatto di link building e digital pr!

Se vuoi puoi scriverci per ricevere, senza alcun impegno, un preventivo personalizzato: info@imgwebsolutions.it .


Anche se sono sempre solito sconsigliare la link building a chi non ha una comprovata esperienza (ci sono tanti altri interventi meno rischiosi da poter fare) voglio comunque darti 3 preziosi consigli che puoi applicare in qualsiasi settore, ma che si prestano particolarmente nel settore del credito (quindi da applicare su siti di banche, finanziarie o mediatori creditizi).

3 strategie di link building

1. CONSIGLIO NUMERO 1

Crea contenuti di valore: so già cosa starai pensando, ecco un’altro che mi vuole spacciare il guest posting come una strategia innovativa per fare link building. Ed è qui che ti sbagli. Ossia, è vero… la prima strategia che ti consiglio è quella di proporre i tuoi contenuti a blog, siti del settore, giornali online e magazine. Ma solo ad una condizione, ossia crea contenuti di altissimo valore! Chi è del settore sa che oggi la link building viene fatta, troppo spesso, in maniera superficiale. Si realizzano N contenuti su quell’argomento (tutti più o meno simili e approssimativi) per poi essere pubblicati su siti mediocri con un bel link che puzza di sponsorizzazione da mille mila chilometri di distanza.

Io ti propongo qualcosa di differente. Crea contenuti di altissimo valore che vadano ad intercettare delle esigenze ben specifiche. In questo modo avrai 2 vantaggi: ti serviranno meno link e avrai modo di avere maggior traffico verso il tuo sito web.

Proviamo a fare qualche esempio di contenuti di valore. In particolare ne utilizzo 3 che funzionano molto bene nel settore creditizio: redazionali, video e infografiche.

Per quanto riguarda i redazionali poco da dire. Crea contenuti di qualità come se fossero realizzati per il tuo sito web. Non risparmiare su questo aspetto. Un link inserito in un contenuto di valore, che sia davvero approfondito (magari corredato di immagini professionali o, ancora meglio, di qualche grafico realizzato a corredo) avrà tutto un altro valore.

I video sono un altro ottimo esempio di contenuto di valore. Prendi spunto dalle domande che ti vengono poste più di frequente e realizza un video in cui vai a rispondere in maniera chiara e professionale. Magari puoi anche procedere alla trascrizione del video e pubblicare, il tutto, sulle principali piattaforme (youtube, vimeo, facebook, ecc.) e proporne la pubblicazione a qualche sito verticale del settore.

Le infografiche sono un altro eccellente modo di fare link building. Metti insieme dei dati che possano essere interessanti, rielaborali sotto una veste grafica (esistono diversi tool gratuiti che ti permettono di fare dei lavori più che dignitosi) e sarai pronto con il tuo materiale. Puoi distribuire le tue infografiche sui social e su tutti i canali di diffusione che conosci. Se realizzi un testo che descriva l’infografica ne puoi proporre la pubblicazione anche ai blog e ai giornali online.

2. CONSIGLIO NUMERO 2

Comunicati Stampa: non ti preoccupare non ti sto consigliando di fare link building pubblicando il tuo comunicato stampa sulle decine di siti fotocopia aperti a tutti e inserendo un link al tuo sito. Quella roba è spazzatura e a noi non interessa. Al contrario devi giocare, anche in questo caso, di qualità per differenziarti dalla massa.

Realizza uno studio su un particolare aspetto che riguarda il settore del credito (se sei il responsabile marketing di una banca, di una finanziaria o di una società di intermediazione creditizia avrai centinaia di dati che puoi utilizzare) confeziona un bel comunicato stampa e invialo alle redazioni dei principali giornali online. All’interno del comunicato dovrai inserire un link al tuo sito con anchor text il tuo brand, il nome del dominio o l’url.

Se non hai una lista di siti a cui inviare i tuoi comunicati stampa sappi che ci sono diversi servizi online che si occupano proprio di questo. Alcuni hanno costi importanti, ma se ne possono trovare anche con costi più abbordabili.

3. CONSIGLIO NUMERO 3

Organizza un evento: questo consiglio è un po più complesso e difficile da mettere in atto. Ti basti sapere che organizzare un evento (a cui dovrai invitare, ovviamente, anche blogger e gestori di siti web verticali che ti interessano) ti permetterà di avere una buona copertura mediatica. Oltre ad ottenere dei link naturali di ottima qualità ti permetterà, anche, di rafforzare il tuo brand.

Se sei una finanziaria, una banca o un mediatore creditizio e vuoi sviluppare una strategia di link building che sia davvero efficace puoi contattarci.

2018-02-21T20:09:41+00:00

About the Author:

Seo Specialist e Ceo della Img Solutions. Dal 2007 si occupa di posizionamento sui motori di ricerca con specializzazione in settori ad alta competizione. Dal 2017 è editore di Wild Seo Magazine, la prima rivista cartacea su Seo e Web Marketing.