fbpx

Ecommerce: 3 consigli per aumentare la fiducia dei clienti

Ecommerce: 3 consigli per aumentare la fiducia dei clienti

Sono tanti gli ecommerce che presentano delle gravi lacune strutturali da un punto di vista Seo. Ma sono molti di più quelli che hanno delle mancanze, se possibile, ancor più gravi. Non parliamo ne di struttura ne di contenuti, ne tantomeno di aspetti tecnici. Spesso questi ecommerce sono anche ben fatti ma chi ha lavorato alla loro realizzazione si dimentica di un aspetto fondamentale: per vendere serve fiducia.

Il cliente, oggi, è molto più evoluto di qualche anno fa. Oggi sa riconoscere a colpo d’occhio uno shop online di cui si può fidare. Bastano delle piccole mancanze per far scappare il nostro possibile acquirente e perdere 1 o più vendite.

Ecommerce: inserire numero di telefono e dati azienda

E pensare che si tratta di cose piuttosto semplici e banali che possono essere implementate in pochi minuti. Eppure questi banalissimi interventi possono fare davvero la differenza. Qui te ne ho riassunti 3 che, in base alla mia esperienza, sono (troppo) spesso comuni a molti ecommerce:

  1. Numero di telefono: sono tantissimi gli shop in cui il numero di telefono è nascosto in qualche pagina interna (magari nella pagina Contatti che viene segnalata solo nel footer) o, ancora peggio, è proprio assente. Al contrario il numero di telefono deve sempre essere ben visibile in alto, perchè a meno che tu non sia Zalando o Amazon, le persone devono imparare a fidarsi di te. E se puoi perchè non offrire anche un numero verde? Oggi si può attivare con un paio di clic e ha dei costi davvero irrisori. Sicuramente è segno di grande professionalità e rispetto per il tuo cliente.
  2. Dati societari: a parte che la partita iva è obbligatoria per legge, è comunque buona norma inserire tutti i dati della propria azienda nel footer così da permettere al cliente da avere un riscontro immediato sul “Chi siamo”.
  3. Contenuti Demo: non hai idea di quanti shop si trovino che presentano ancora contenuti demo, ossia quei contenuti di esempio che erano inclusi nel template del proprio shop e che per distrazione o pigrizia dello sviluppatore sono rimasti li. Cosa succede se un cliente entra nel tuo ecommerce e trova del contenuto stile “Lorem Ipsus” o similare? Penserà che il sito è bucato? O penserà che sia stato realizzato da truffatori che vogliono solo appropriarsi dei suoi dati della carta di credito? Diciamoci la verità, non ispira molta fiducia la cosa…

Questi sono 3 errori comuni che non puoi assolutamente permetterti di fare se vuoi che il tuo ecommerce venda, perchè come abbiamo detto, per vendere serve che i clienti si fidino di noi. Perchè tutti o quasi compriamo un prodotto su Amazon o prenotiamo un hotel su Booking? Perchè ci fidiamo e stiamo tranquilli nell’usare la nostra carta di credito.

Fiducia= più vendite

Fai si che il tuo clienti si fidi del tuo shop, fai tutto quello che puoi per dare tutte le informazioni di cui le persone possano avere bisogno e ne trarrai un grande beneficio da un punto di vista delle vendite e del fatturato!

Prima di concludere, visto che abbiamo parlato anche di carte di credito, voglio darti un ultimo suggerimento (lo so erano 3, ma questo non posso non segnalartelo!) davvero importante. Inserisci i simboli delle modalità di pagamento che sono accettate. Devono essere ben visibili sia nel footer che nell’apposita pagina. Specifica come il tuo cliente potrà pagare e mettiti a disposizione per offrirgli assistenza (telefonica o online) in caso di dubbi.

Anche questo è un aspetto molto importante perchè in Italia, ancora oggi, c’è sempre paura di “prendere la fregatura” quando non si conosce un negozio online. Questi piccoli passaggi, che spesso possono essere implementati sul tuo sito in pochi minuti, ti possono permettere di incrementare le vendite in modo davvero significativo

2017-11-07T23:15:05+00:00

About the Author:

Seo Specialist e Ceo della Img Solutions. Dal 2007 si occupa di posizionamento sui motori di ricerca con specializzazione in settori ad alta competizione. Dal 2017 è editore di Wild Seo Magazine, la prima rivista cartacea su Seo e Web Marketing.